L’acne e le forme acneiche

Le forme acneiche sono un’infiammazione del follicolo pilo-sebaceo e del tessuto peri-follicolare caratterizzata da decorso cronico con riacutizzazioni, talvolta da esiti cicatriziali, con possibili conseguenze a livello psicologico.
L’eruzione acneica, localizzata prevalentemente sul viso, sul dorso e sul busto, si manifesta sotto molteplici forme (comedoni, papule, pustole, cisti, flemmoni, ecc.), che possono comparire in fasi successive o essere presenti contemporaneamente.

Le cause dell’acne
Le cause dell’acne possono imputarsi a molteplici fattori: squilibri ormonali, l’impiego di farmaci non completamente tollerati dall’organismo, situazioni di stress intenso o di ipertensione, alterazioni delle funzioni del fegato, uso prolungato di prodotti da trucco mal tollerato dalla cute, irrazionale esposizione ai raggi solari, ecc.

La detersione della pelle acneica
Spesso si pensa che una cute con problemi di acne sia necessariamente una pelle grassa e quindi la si aggredisce con detergenti energici ad alto potere sgrassante, con pH fortemente acido e talvolta persino con abrasivi. Questo tipo di trattamento, sebbene fornisca come prima sensazione una pelle più liscia e levigata, non solo non migliora le condizioni di salute della cute, ma rischia molto spesso di porla in situazioni veramente critiche.
I brufoli ed i comedoni sono il risultato di problemi che possono affliggere non solo la pelle ma addirittura l’intero organismo. I problemi sono all’origine dell’infiammazione dei follicoli piliferi con conseguente iperproduzione di sebo. Il sebo, intrappolato all’interno del follicolo pilifero, si accumula formando quelli che comunemente sono chiamati comedoni. La cute in queste condizioni è facilmente aggredibile da un tipo particolare di batterio, il Propionibacterium Acnes che infettando i follicoli piliferi provoca infiammazioni che danno origine ai brufoli. Indebolire e stressare le difese naturali della pelle con una errata detersione non è quindi il metodo più idoneo per affrontare il problema di una cute acneica. Per fare ciò è necessario inibire il propagarsi delle infezioni e sollecitare la normalizzazione dell’equilibrio del film idrolipidico acido superficiale cutaneo.

Acne ed esposizione solare
L’esposizione alla luce solare ha un’azione benefica sulla cute acneica in quanto le conferisce un aspetto più omogeneo, rendendo meno evidenti gli arrossamenti localizzati e favorendo il riassorbirsi del sebo in eccesso. D’altro canto, però, la cute acneica é particolarmente sensibile e quindi deve essere protetta da una eccessiva esposizione ai raggi UV, che potrebbero causare una disidratazione della stessa e un eritema, rendendola più esposta alla diffusione delle infezioni causate dal batterio.

>> Scopri Bioclin Acnelia